RISORGERE E RISPLENDERE in Ruanda – 25 Magazine, Issue 9

RISORGERE E RISPLENDERE in Ruanda – 25 Magazine, Issue 9

NNon è raro avere idee predefinite sui luoghi che si devono ancora visitare e non sono mai stata più felice di averle testate durante la mia prima visita a Kigali, in Ruanda.

Lunghi filari di palme, addobbi con fiori, strade incredibilmente pulite – queste sono cose che associo a Singapore o alla Svizzera, ma erano lì! Le strade erano così pulite e verdi, mi sono trovata a chiedermi se c’era qualche granello di polvere. Sono arrivata in Ruanda per la prima volta nel 2013, alla ricerca di un posto dove stabilirmi e avviare un’azienda da giovane imprenditrice. Kigali non solo era pulita, ma anche incredibilmente sicura. Dopo che un tassista mi ha detto che era sicuro andare in giro in qualsiasi momento, ero così curiosa che sono andata a correre alle 3 del mattino e sono rimasta stupita! Mi ero anche convinta che Kigali fosse il posto dove avrei potuto stabilirmi e costruire casa.

Durante il mio secondo viaggio ho visitato il National Agricultural Export Development Board (NAEB), dove tutto il caffè viene esaminato e approvato prima dell’esportazione. Sono rimasta impressionata dal sistema potente ed efficiente che ha creato. Il NAEB conserva sistematicamente ogni campione esaminato per un anno nel caso in cui qualcosa vada storto durante l’esportazione.

Il caffè è stato introdotto per la prima volta in Ruanda dai missionari tedeschi nel 1904 nelle zone di Mibirizi. Dopo il genocidio del Ruanda, nel 1994, la comunità globale si è riunita per sostenere il Paese nella sua ripresa. Con il sostegno di USAID-Finance sono stati avviati progetti di sviluppo come i progetti Partnership for Enhancing Agriculture in Ruanda through Linkages (PEARL) e Sustainable Partnerships to Enhance Rural Enterprises and Agricultural Development (SPREAD). L’obiettivo era quello di far sviluppare il Ruanda attraverso l’industria specializzata nel settore del caffè. In effetti il Ruanda ha un grande potenziale di qualità e una produzione costante grazie alla determinazione dei suoi abitanti a far sviluppare il loro Paese attraverso la produzione di eccellenti specialità di caffè.

Il governo ruandese ha dato il proprio sostegno a questa iniziativa, incoraggiando i produttori locali a passare da un processo di semilavorati alla produzione dei migliori caffè d’eccellenza. Dal 2001, attraverso vari progetti di sostegno, il processo di lavaggio è ormai diffuso su tutto il territorio nazionale. Il Ruanda dispone attualmente di oltre 229 stazioni di lavaggio del caffè (CWS) che producono caffè di alta qualità. Il NAEB ha introdotto un sistema a zone che consente a specifiche stazioni di lavaggio di lavorare in aree specifiche, garantendo un’assegnazione equa ed efficiente dei coltivatori alla CWS più vicina. Oggi i coltivatori portano i loro caffè in una stazione di lavaggio dedicata. Prima dell’adozione di tale sistema i coltivatori portavano il loro caffè a qualsiasi CWS che pagasse loro l’importo più alto per il loro caffè. Il nuovo sistema a zone, tuttavia, incoraggia le CWS ad investire a lungo termine con i coltivatori per produrre caffè eccellente.

A fronte della continua crescita del settore del caffè d’eccellenza ruandese, stanno emergendo aziende di torrefazione locali, volte a produrre ed esportare caffè tostato. Gorilla Coffee e Misozi Coffee sono due di queste aziende. Ci sono anche nuovi progetti di torrefattori/rivenditori focalizzati sulla distribuzione attraverso la piattaforma di vendita online Alibaba, supportata dai governi ruandese e cinese.

Il caffè d’eccellenza è uno dei migliori ambasciatori delle mille colline del bel Ruanda, sì, ma collega anche le persone e crea posti di lavoro e un valore orientato alla qualità per la nazione. Si tratta di un incredibile vettore di sviluppo economico, che porta investitori mondiali nel Paese. Sono così entusiasta di essere in Ruanda, di godere di panorami mozzafiato e di far parte dello sviluppo del Paese attraverso il caffè.

INYOUNG ANNA KIM, di LetSequoia, è un’imprenditrice sociale focalizzata sullo sviluppo e la responsabilizzazione delle popolazioni locali in Ruanda e nella Repubblica Democratica del Congo attraverso la creazione di attività economiche.

Sei socio di SCA? Richiedi il tuo abbonamento gratuito alla versione cartacea di 25 Magazine in lingua inglese al sito web sca.coffee/signmeup.

Non sei socio? Unisciti a noi e sostieni la nostra associazione no-profit alla pagina sca.coffee/join.